Mai come oggi, con l’uso massiccio e spesso anche l’abuso di Internet, c’è il rischio di incappare in truffe di ogni tipo, legate potenzialmente a qualsiasi prodotto sul mercato. Sul web, infatti, proliferano siti che promettono prodotti originali e “funzionanti” per poi rifilare ai proprio utenti-clienti prodotti contraffatti. Se va bene si tratta “semplicemente” di facsimile non funzionanti o innocui, ma ci sono casi in cui tali prodotti possono risultare anche dannosi e deleteri. In molti casi si parla di prodotti legati alla sfera estetica, ma quest’ultima ha chiaramente delle ricadute anche sulla “salute” in senso stretto.

Come si può fare dunque per difendersi da questa invasione di prodotti pericolosi? Come scegliere insomma dei prodotti sicuri per la nostra salute? Facciamo un passo indietro e proviamo a dare qualche numero, intanto. Capiamo più che altro in quanti sono cascati in trappole di questo tipo. Ebbene, le cifre non sono da ridere: 800 mila persone hanno acquistato almeno una volta da farmacie illegali (spesso, come suggerito prima, online). I prodotti più gettonati? Antidepressivi e integratori di ogni genere.

Come facciamo a riconoscere un prodotto legale, sicuro e autorizzato? Proviamo a dare un paio di consigli. Iniziamo col dire che per quanto riguarda la normativa europea gli Stati membro possono decidere liberamente come affrontare la questione e regolamentare la materia. Tuttavia una discriminante fondamentale per rendersi conti di avere tra le mani un farmaco “ok” è proprio quella di vedere affisso il logo ufficiale diffuso dall’Unione Europea. Questo vale per tutto, da un buon trattamento acne fino ai prodotti per capelli, senza dimenticare i famosi prodotti per dimagrire.

Altri controlli utili ad individuare “truffe” dietro l’angolo: è molto rassicurante ad esempio il fatto che sia segnalato un numero di telefono per un servizio clienti, oltre che un indirizzo legale dell’azienda. Inoltre è fondamentale che la confezione sia perfettamente integra in ogni sua parte e che sia segnalata una data di scadenza del prodotto.

In generale poi, è cosa buona e giusta consultare sempre direttamente il vostro medico o il farmacista prima di qualsiasi acquisto di un farmaco che non avete mai assunto.