Tutti i bambini del mondo hanno dei diritti, che vanno ben oltre l’etnia, il colore della pelle, il sesso, la religione, la lingua che parlano,  le tradizioni culturali del luogo in cui nascono. I diritti del bambino non guardano la facoltà economica della famiglia in cui è nato e primo fra tutti, il suo diritto alla vita, deve essere rispettato da tutti quelli che lo circondano.

Tutti i bambini hanno diritto al pensiero, alla parola e tutti hanno, o meglio dovrebbero avere, diritto all’istruzione. Hanno il diritto ad essere protetti da situazioni pericolose ed hanno diritto ad essere accuditi e tutelati. Genitori, nonni o chi si occupa di loro, dovrebbero favorire il benessere fisi e psichico di tutti i bambini.

CoseperCrescere.it propone attività per bambini, finalizzate a far conoscere loro i diritti. Capire i propri diritti è infatti fondamentale, specialmente durante l’infanzia. Esistono libri dedicati ai più piccoli che illustrano i diritti con delle simpatiche immagini. A scuola possono inoltre essere organizzate delle attività: canzoni, poesie, filastrocche, recite, spettacoli, visione di film e documentari, disegni, cartelloni… sono numerosissimi i metodi educativi che possono aiutarci nella spiegazione dei diritti ai bambini.

Il 20 Novembre 1989, la CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA” è stata stipulata ed adottata dall’assemblea generale delle Nazioni Unite. La convenzione viene riportata e dettagliatamente illustrata sul sito dell’UNICEF.

Nel 2013 risultano essere quasi duecento i Paesi al mondo che hanno adottato questa importantissima convenzione. Un bel risultato, certo, ma non dobbiamo ancora pensare di essere arrivati al traguardo. Ci sono troppi Paesi in cui i bambini non vanno a scuola, troppi Paesi in cui non hanno nulla da mangiare, troppi Paesi in cui vengono ancora maltrattati, troppi Paesi in cui un bambino non trova sicurezza e protezione neppure tra le braccia della mamma …